Considerazioni sulle Sentinelle in Piedi

Considerazioni sulle "Sentinelle in Piedi" a seguito della loro presenza in Piazza Bra a Verona il 13 Aprile scorso, presenza contestata da una manifestazione spontanea che ha visto la partecipazione delle associazioni veronesi e di molti giovani lgbt e non.

Lettera pubblicata sull'Arena il 18.4.2014
Leggiamo su "l'Arena" del 15 Aprile una lettera dal titolo: le “Sentinelle contestate”,  secondo la quale "un gruppo di persone ha protestato democraticamente, ordinatamente, in silenzio, senza slogan offensivi"... "nessuna offesa e nessun impedimento ad altri di pensarla in modo diverso".
Poi leggiamo nel sito ufficiale delle Sentinelle in Piedi che la loro "è una resistenza di cittadini che vigila su quanto accade nella società e sulle azioni di chi legifera denunciando ogni occasione in cui si cerca di distruggere l’uomo e la civiltà". Tutto ciò in favore della libertà di pensiero. Bene. Ma nello stesso sito si afferma che "Ritti, silenti e fermi vegliamo per la libertà d’espressione e per la tutela della famiglia naturale fondata sull’unione tra uomo e donna".

No alle sentinelle dell'odio! Noi ci saremo!

Le associazioni della Comunità LGBTQI domani, Domenica 13 Aprile, si danno appuntamento per dire NO! a chi manifesta discriminazione e omo-transfobia, per il rispetto, la dignità e la libertà di tutte/i a creare una propria famiglia. Scenderemo in piazza colorate e colorati contro le sentinelle in piedi. Le sentinelle dell'odio e della discriminazione.

Ore 18:30 gradini di Palazzo Barbieri - Piazza Bra Verona - Unitevi a noi!

Noi ci saremo! Comunicato Associazioni GLBTQIE

NOI CI SAREMO! ANCORA, UN'ALTRA VOLTA!

Le associazione GLBTQIE di Verona scenderanno ancora in piazza contro la presenza domenica 13 aprile 2014 delle "Sentinelle in piedi" a Verona, ore 18.00.


Come successe a settembre 2013, quando in Gran Guardia a Verona si tenne il convegno omo-transfobico dal titolo “La teoria del gender: per l’uomo o contro l’uomo?” e le associazioni GLBTQI di Verona, del Veneto e di molte altre città italiane scesero in piazza per dire no alla violenza contro gay, lesbiche, bisessuali e transessuali,
così domenica 13 aprile 2014 alle ore 18,00 saremo nuovamente in piazza Bra a Verona per contrastare la presenza del movimento delle "SENTINELLE IN PIEDI".