Dove va la chiesa dopo il sinodo sulla famiglia?

L’Ass.ne LIEVITI APS e il CIRCOLO UAAR di VERONA
organizzano una speciale serata di incontro/dibattito, approfondimendo e convivialità 

Dove va la chiesa dopo il sinodo sulla famiglia?

SABATO 13 DICEMBRE 2014 ore 19.30

al MILK LGBT CENTER VERONA Via Antonio Nichesola, 9 - Verona ( Zona San Michele Extra )

Lo scorso ottobre, dal 5 al 19 ottobre si è svolto in Vaticano il “Sinodo straordinario sulla famiglia”, nel quale la Chiesa Cattolica ha voluto affrontare temi e realtà oramai esistenti, da sempre considerati scottanti tabù al suo interno, come l’accoglienza ai divorziati, le famiglie omogenitoriali, le coppie di fatto e i matrimoni fra persone dello stesso sesso.Il Sinodo si è poi concluso con un nulla di fatto, con il ritorno alle vecchie posizioni, nonostante le buone premesse della vigilia. Ci chiediamo se il dibattito continua o se si è messa una pietra sopra.

#‎TDOR‬ Verona rende omaggio alle persone Trans.

#‎TDOR Verona rende omaggio alle persone Trans.

Stamattina le/i veronesi si son svegliate/i con una novita'.
Su 5 siti storici molto noti in citta' son comparsi dei cartelloni pubblicitari che rendono omaggio alle persone Trans, oggi si ricorda il T-DoR, Giornata Mondiale della lotta contro la TransFobia.
L'autore che ha pagato le inserzioni giganti rimane ignoto, la citta' mostra cosi anche un'altra faccia, quella accogliente che sa anche essere gentile e non razzista come purtroppo e' conosciuta in Italia e in Europa.

Il Pink ringrazia l'autore per due motivi, l'averlo fatto e l'aver usato proprio la nostra comunicazione.

Ecco le foto scattate a: Portoni Borsari, il Castello Scaligero, Portoni della Bra, Piazza Erbe e il Palazzo della Provincia di Verona impacchettato per restauri.






#noicisaremo il 25 Ottobre a Verona

#noicisaremo il 25 Ottobre a Verona.
MANIFESTAZIONE ANTIFASCISTA / ANTIRAZZISTA.

I gruppi LGBTQI di Verona e del Veneto saranno presenti con un loro spezzone alla manifestazione Antifa di sabato 25 ottobre a Verona.
L'appuntamento è alla stazione di Verona Porta Nuova dalle 14.30 con partenza alle 15.00.

Le ragioni per cui ci saremo anche noi LGBTQI sono sotto gli occhi di tutti, come ultimo atto discriminatorio la Regione Veneto ha approvato
una mozione omofoba, a luglio il Consiglio Comunale di Verona aveva approvato un ordine del giorno discriminatorio contro una corretta
informazione su orientamento sessuale e identità di genere nelle scuole, il vento integralista omo-bi-trasfobico stanno facendo di Verona la capitale
laboratorio contro la nostra autodeterminazione, ma l'attacco contro di noi e le nostre vite è generalizzato a tutto il territorio nazionale.

PER LA LEGA LE FAMIGLIE NON SONO TUTTE UGUALI

PER LA LEGA LE FAMIGLIE NON SONO TUTTE UGUALI:


Comunicato stampa delle associazioni e dei gruppi LGBTQI del Veneto

Nelle prossime settimane la Lega Nord ri-presenterà in Consiglio Regionale una mozione che impegna la Giunta ad individuare una data per celebrare la "Festa della Famiglia Naturale, fondata sull’unione tra uomo e donna”.
Nulla da eccepire, se non fosse che il testo contiene, in realtà, affermazioni gravemente discriminatorie - sin dal titolo - e colpevoli di vera e propria disinformazione sul ddl Scalfarotto per il contrasto all’omotransfobia, sulla strategia dell’UNAR contro le discriminazioni e su altre delicate questioni oggetto di discussione negli ultimi mesi in Italia.
I consiglieri leghisti, ignorando la realtà dei fatti che vede una società multiforme e di certo non standardizzata, forzano l'assegnazione di etichette alle famiglie del Veneto, considerandone alcune come “naturali” e relegando tutte le altre, come ad esempio quelle composte da un solo genitore e dal proprio figlio, a subire il peso dell'etichetta di “innaturali”.
Allo stesso tempo, tra le premesse del testo in oggetto, leggiamo che “le istituzioni devono provvedere allo stanziamento di pubblici sussidi al fine di garantire ai genitori un’effettiva libertà” di scelta della scuola per i propri figli; il che significa che la Regione Veneto dovrebbe finanziare maggiormente le scuole private, richiesta davvero infelice in un momento così difficile per la scuola pubblica.

MOVIMENTI LGBT - Incontro seminariale - Verona 24 settembre 2014

Segnaliamo con piacere questo interessante incontro:
Minority politics, social movements and equal rights: the Italian inter-associative LGBT activism - Incontro seminariale organizzato nell’ambito del progetto “LGBT Act” finanziato dal FP7 dell’Unione Europea Marie Curie Actions n. 328404




MOVIMENTI LGBT 
modelli, strategie, etica della ricerca in contesto militante 

24 settembre 2014,
ore 15.00 Aula Riunioni - Palazzo Zorzi, secondo piano 

Lungadige Porta Vittoria 17, Verona 

Massimo Prearo, Marie Curie Fellow - Politesse / Università di Verona Discussant: Elisa A.G. Arfini, sociologa, ricercatrice – Università di Bologna 

Come fare la storia politica dei movimenti lesbici, gay, bisessuali e transgender (LGBT)? Nell’ambito del ciclo seminariale “Modus operandi” del Centro di ricerca Politesse (a.a 2014-2015), questo primo incontro propone una riflessione sulle logiche di implementazione della ricerca, basandosi sul caso dei movimenti LGBT francesi e italiani. Verranno discussi alcuni modelli teorici della sociologia dei movimenti sociali applicati alle mobilitazioni LGBT per evidenziarne il potenziale euristico e i limiti. Allo stesso tempo, si interrogheranno il posizionamento del soggetto della ricerca in un contesto militante e le forme di intervento e di partecipazione alle quali il ricercatore è chiamato in virtù di una presunta autorità accademica. Quali problemi di ordine epistemologico e metodologico implica la produzione di un sapere scientifico su forme di attivismo che mirano all’affermazione di un’autonomia politica? In altri termini, un’etica della non interferenza può rivelarsi praticabile e sostenibile? Politesse: Politiche e teorie della sessualità

Politesse: Politiche e Teorie della Sessualità

:: Scarica la locandina

Per PROVITA noi siamo la GAYSTAPO

E' chiaro ormai a tutti di come la città di Verona sta facendo una pessima figura davanti a tutto il mondo per un ordine del giorno, L'Odg omofobo del Consigliere Alberto Zelger, che sta mettendo in crisi e in fibrillazione la stessa maggiornaza che lo ha approvato. ALLUCINANTE è la parola che in quest'ultimo mese è risuonata sulle bocche di tutti, da sinistra a destra, anche all'interno della stessa Lista Tosi. ALLUCINATE è il termine GAYSTAPO, con il quale il sito integralista cattolico PROVITA ha definito le associazioni Lgbt veronesi per la loro battaglia contro l'omofobia del consiglio comunale veronese, che lo scorso 25 luglio ha votato e approvato il vergognoso Odg su Famiglia ed Educazione; un ordine del giorno che ha tutto il sapore delle leggi russe contro la "Propaganda gay" volute da Putin. Una grave mancanza di rispetto anche per le migliaia di vittime omosessuali massacrate nei campi di concentramento dal Nazifascismo e di quelle che ancora ci sono nel mondo in stati fortemente condizionati dalla religione, cristiani o islamici che siano.

PRESIDIO CONTRO L'OMO-BI-TRANSFOBIA VERONA



PRESIDIO CONTRO L'OMO-BI-TRANSFOBIA.

Venerdì 8 Agosto 2014 - ore 18 in Piazza Bra a VERONA


I gruppi GLBTQE di Verona (Circolo Pink Verona, Arcigay Verona, Arcilesbica Verona, Milk Center, Lieviti Verona, Romeo in Love) indicono un presidio venerdi 8 agosto 2014 dalle ore 18.00 alle ore 21.00, in Piazza Bra sotto il monumento equestre.

IL PRESIDIO E' STATO INDETTO PER:

Protestare contro l'ordine del giorno Zelger, approvato dal consiglio comunale di Verona mercoledì 23 luglio 2014.

Richiamare l'attenzione sulla grave aggressione a sfondo omofobico avvenuta il giorno 26 luglio ai danni di un ragazzo nel paese di Bussolengo;

Tutt* siete invitat* a partecipare

Per aderire al presidio scrivere una mail a: veronaglbtqi@gmail.com



Il Circolo Pink non trova sede

IL CIRCOLO PINK DI VERONA NON TROVA UNA SEDE, CHIAMATELA OMOFOBIA RESIDENZIALE.

31 luglio 2014 alle ore 17.54
pink verona / comunicato stampa / 31 luglio 2014
IL CIRCOLO PINK DI VERONA NON TROVA UNA SEDE,
CHIAMATELA OMOFOBIA RESIDENZIALE.

Dopo molti anni il Circolo Pink di Verona cambia sede, dalla nostra storica sede di Via Scrimiari ce ne andiamo, cerchiamo un nuovo spazio a Verona, ma non immaginavamo fosse così difficile trovare un altro posto dove continuare le nostre attività e servizi.

La sede di Via Scrimiari è stata per anni "il fortino" della resistenza antifascista e antirazzista a Verona, da lì son partite molte delle ultime rivendicazioni e battaglie veronesi degli ultimi 15 anni, ne ricordiamo solo alcune che fanno capire quanto sia stato il lavoro fatto in Veronetta e in città.

Si, lo voglio

UN PAESE MODERNO CHE RICONOSCA I DIRITTI DI 

TUTTI E DICA NO ALL'ODIO DELLE 

SENTINELLE IN PIEDI.
 
NO, NON LO VOGLIO
CHE L'ODIO PASSI PER LIBERTA' D'OPINIONE.


DOMENICA 15.06.14 il movimento "Le sentinelle in piedi" tornerà a Verona a manifestare la sua disapprovazione per quella che ritiene "una legge liberticida", la legge contro l'omo-bi-transfobia.

Essere liberi di insultare, umiliare, picchiare, torturare, come nella Russia di Putin: E' QUESTA LA VOSTRA LIBERTA' D'OPINIONE?



NOI DEL GRUPPO GIOVANI MILK NON CI STIAMO.
ECCO PERCHE', supportati da Circolo PinkMilk Lgbt VeronaPianeta Urano Verona e tanti altri VI ASPETTIAMO TUTTE E TUTTI IN PIAZZA BRA (sotto la statua equestre di Vittorio Emanuele precisamente) DOMENICA 15 GIUGNO ALLE 17 PER UN SIT IN AUTORIZZATO, COLORATO, VIVACE, ALLEGRO, D'INFORMAZIONE E CULTURA.

**METTICI LA FACCIA**
SCATTA UN #selfie E PUBBLICALO QUI' SULL'EVENTO COL TAG #silovoglio ED UNA FRASE TUA PERSONALE!

N.B. Quel giorno indossa qualcosa di colorato (magliette di associazioni lgbt o altri collettivi vanno benissimo!)

**PER INFO**
Tel: 366.5922928 - Mail: giovanilgbt.verona@gmail.com

Lee Edelman a Verona

LEE EDELMAN A VERONA
"Queer Negativity: Anti-Sociality, Jouissance and the Death Drive"


Lee Edelman è una delle voci più autorevoli delle teorie queer statunitensi, autore del provocatorio saggio "No Future: Queer Theory and the Death Drive", che ha suscitato un ampio dibattito internazionale.

 Il 6 giugno sarà per la prima volta in Italia, ospite del centro di ricerca Politesse, con la conferenza "Queer Negativity: Anti-Sociality, Jouissance and the Death Drive".







6 Giugno 2014
Sala conferenze del Museo civico di Storia Naturale di Verona, Lungadige Porta Vittoria 9, Verona
 

Organizza: Politesse / Politiche e Teorie della sessualità - Università agli studi di Verona

Evento su facebook
https://www.facebook.com/events/337870619671500/

Veronetta Ribolle

30/31 Maggio - 1 giugno 2014 / RITORNA VERONETTA RIBOLLE
Terzo Festival delle Associazioni Culturali di Veronetta

Il tema del “nomadismo”, filo conduttore, in tutte le sue accezioni, dell’imminente festival “Veronettaribolle”, verrà ripreso sabato 31 maggio alle 18 al Circolo Pink con la presentazione di un volume sul popolo rom. Una scelta non casuale perché proprio nella sede del Pink, dieci anni fa, furono ospitate diverse famiglie di rom rumeni, sgomberati dal campo “esterno” di La Rizza. Una storia, quella delle comunità rom e sinte del Veronese, che si è spesso intrecciata con la storia e le attività del Pink, del Coordinamento laico antirazzista Cesar K., che svolgeva la sua attività nella sede del Circolo, e del collettivo che darà vita alle varie esperienze del csoa la Chimica.

I'M GAY AND MUSLIM

OMOSESSUALITÀ E ISLAM
LA SOCIETÀ MAROCCHINA FRA OMOFOBIA, SILENZIO E LIBERTÀ

h 17.00 | Martedì 10 giugno 2014
Università di Verona - Polo Zanotto
Aula 2.2

Discussione con Sara Creta, documentarista - reporter e Idriss Amid, dottorando in Culture Letterarie, Filologiche e Storiche Università di Bologna.
Presenta Lorenzo Bernini, responsabile scientifico del Centro di Ricerca Politesse – Politiche e Teorie della Sessualità Università di Verona.

Proiezione del documentario: I'M GAY AND MUSLIM di Chris Belloni

Sostengono e promuovono l'Iniziativa:

Politesse - Centro di Ricerca Politesse – Politiche e Teorie della Sessualità , Arcigay Pianeta Urano Verona, Milk Lgbt Center Verona, Circolo Pink Glbte Verona, Sportello Lgbt Migranti Verona


Iniziative contro l'Omo-transfobia a Verona


Venerdi 16 maggio
RAINBOW EVENING
@ Blue Moon Bar, Via Badile 22 h!
Beer and Music against homophobia

Birra, Spritz e Buffet
Musica by Peftu Dj
Vi aspettiamo
Il ricavato della serata andrà al sostegno delle attività
del Milk Lgbt Verona

A partire dalle ore 20.00
Entrata Libera

------
Sabato 24 maggio
dalle ore 16

GRUPPO GIOVANI MILK:
OMOFOBIA E TRANSFOBIA

OSPITE: Giorgio Desto

con Giulia e Lucio
per info: 3665922928 o giovanilgbt.verona@gmail.com

Elezioni Europee 2014

Prosegue senza sosta fino al 25 Maggio, giorno delle Elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo la campagna "A far l'Europa Comicia tu", dove attraverso il sito www.cominciatu.eu i candidati di tutte le liste e in tutte le circoscrizioni, si potrà vedere quali candidati sono a favore o contrari ai diritti lgbti. Anche tu potrai partecipare. Sul portale della campagna verranno infatti monitorati i candidati e le candidate di otto delle liste in corsa per il voto del 25 maggio (Partito Democratico, Movimento 5 stelle, Forza Italia, Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, L’Altra Europa per Tsipras, Ncd-Udc, Lega Nord, Scelta Europea), registrando in un database facilmente consultabile l’adesione alla piattaforma Come Out e ogni intervento o presa di posizione pubblica sulle istanze della comunità Lgbti. Sulla base di quelle informazioni si tenterà di orientare il voto degli elettori e delle elettrici: in homepage appariranno infatti dei consigli di voto, rappresentati come match tra due esponenti dello stesso partito valutati (uno con pollice in alto, l’altro con pollice verso) a seconda delle dichiarazioni rilasciate sui diritti delle persone LGBTI. All’interno di ciascun partito verranno insomma individuati e valorizzati i candidati e le candidate ritenuti affidabili, a scapito di quelli e quelle ritenuti, al contrario, inaffidabili. Infine, ciascun internauta potrà votare online i propri candidati preferiti, contribuendo a determinare il loro “rainbow factor”, un punteggio che, assieme alla piattaforma Ilga e al giudizio di Arcigay, contribuirà a determinare il profilo di ciascuno dei nomi in corsa. “Una sorta di miniprimarie, online e trasversali alle forze politiche – spiega Romani – che chiamano la comunità lgbti e chi la sostiene a determinare “dal basso” una scrematura delle liste elettorali”. Ulteriori informazioni anche su Arcigay.it: Europee 2014, Arcigay smaschera buoni e cattivi: piattaforma in 10 punti per i candidati e voto on line con il rainbow factor

Con gli occhi di Marcella


MIT BOLOGNA / PINK VERONA / MAURICE GLBTQ TORINO

"con gli occhi di Marcella"
30 anni di storia LGBTQ raccontati attraverso le immagini di una delle sue protagoniste, Marcella Di Folco.

Un viaggio fotografico fatto di iniziative, manifestazioni e battaglie per riconoscere pari diritti alle persone GLBTQI.

Oggetto: Siamo alla ricerca di tutto il materiale fotografico che riguarda Marcella Di Folco.

care amiche, cari amici

A settembre 2014 sono 4 anni che Marcella Di Folco ci ha lasciat*.

Molte e molti di voi l’hanno conosciuta e apprezzata, Marcella con quel sul modo ostinato di fare le cose ha sempre cercato di essere dalla parte di gay lesbiche trans e non solo, difficile ricordare tutto di lei, molti gruppi in Italia devono a lei e alle sue battaglie tanta visibilità. Chi non se la ricorda alle varie manifestazioni, presentazioni, riunioni e iniziative varie, ricordare tutto per noi sarebbe impossibile, 30’ anni di storia di movimento LGBTQ non son semplici da mettere in fila.

Per ricordarla vorremmo allestire una mostra fotografica che ripercorra la sua vita e il suo impegno politico, ma per fare questo abbiamo bisogno di voi e dei vostri archivi. Il progetto sarebbe quello di esporre, attraverso le fotografie quello che per molte e molti di noi/voi Marcella ha fatto e significato, non solo le foto patinate ma soprattutto quelle fatte alle manifestazioni e a tutti quegli impegni e incontri culturali e politiche che l’anno vista protagonista.

Vorremmo raccogliere tutto questo materiale e riordinarlo e poi farne una mostra fotografica e perché no magari anche un volume, foto che voi avete sicuramente, basta cercarle e pensare a quelle volte che l'avete invitata e fotografata, magari avete anche foto curiose e intime quelle che si fanno alle amiche, insomma tutto quello che avete su di lei. Alle foto va allegata una didascalie che ci racconti l’episodio, la data, un titolo, dei nomi e se ne avete anche aneddoti ma sempre legati a questi momenti fotografici che ripercorrono attraverso la sua vita 30’ anni di storia GLBTQI italiana.

Presenteremo questo progetto govedi 22 maggio 2014 alle ore 19.00 al prossimo Festival del cinema Trans “Divergenti” che si terra’ a Bologna, sara’ solo una anticipazione, la mostra completa verrà allestita e presentata dopo l'estate.

Tutto il materiale digitalizzato in alta risoluzione lo potete mandare a: info@circolopink.it o potete mettervi in contatto con noi, se avete del materiale fotografico in originale meglio che lo scansioniate sempre in alta risoluzione e poi inviarlo a info@circolopink.it se non avete questa possibilita’ potete spedite le foto cartacee al MIT di Bologna in via Polese 22 - Bologna.

Abbiamo aperto questo uno spazio social, per meglio condividere il materiale fotografico, qui potete postare tutto quello che avete su Marcella in modo da vedere cosa possiamo poi usare per la mostra. Una pagina dedicata a Marcella mancava, abbiamo pensato di aprirne una, è un modo per condividere fra di noi le tante cose che ha fatto, qui si potranno caricare non solo foto ma anche video, testi, aneddoti sulla sua vita, quello che cerchiamo di mettere insieme è il suo archivio fotografico.

info progetto:
Circolo Pink - 348 2634126
MIT Bologna - 051 271666
Maurice GLBTQ Torino - 346 648 8923

Su FACEBOOK: Con gli occhi di Marcella

Liberazione Generale 2 - Verona 24 Maggio 2014

Il 24 maggio 2014 si terrà a Verona l’incontro di LiberAzione Gener-ale 2, promosso dal Collettivo Anguane, dal Circolo Pink, dal SAT-Pink, da Intersexioni, da Liberazioni – Rivista di Critica Antispecista, Anet. Per svolgere la giornata in modo collettivo e trasversale chiediamo dei contributi per raccogliere le idee, le proposte, le bibliografie, i testi utili per la condivisione e la discussione nella giornata di LiberAzione Gener-ale 2. Questo per favorire le attività che si svolgeranno nei gruppi di lavoro e nelle plenarie previste, auspicando la redazione di progetti comuni di lotta, riflessione e diffusione.

Per ulteriori informazioni: Liberazione Generale 2

Considerazioni sulle Sentinelle in Piedi

Considerazioni sulle "Sentinelle in Piedi" a seguito della loro presenza in Piazza Bra a Verona il 13 Aprile scorso, presenza contestata da una manifestazione spontanea che ha visto la partecipazione delle associazioni veronesi e di molti giovani lgbt e non.

Lettera pubblicata sull'Arena il 18.4.2014
Leggiamo su "l'Arena" del 15 Aprile una lettera dal titolo: le “Sentinelle contestate”,  secondo la quale "un gruppo di persone ha protestato democraticamente, ordinatamente, in silenzio, senza slogan offensivi"... "nessuna offesa e nessun impedimento ad altri di pensarla in modo diverso".
Poi leggiamo nel sito ufficiale delle Sentinelle in Piedi che la loro "è una resistenza di cittadini che vigila su quanto accade nella società e sulle azioni di chi legifera denunciando ogni occasione in cui si cerca di distruggere l’uomo e la civiltà". Tutto ciò in favore della libertà di pensiero. Bene. Ma nello stesso sito si afferma che "Ritti, silenti e fermi vegliamo per la libertà d’espressione e per la tutela della famiglia naturale fondata sull’unione tra uomo e donna".

No alle sentinelle dell'odio! Noi ci saremo!

Le associazioni della Comunità LGBTQI domani, Domenica 13 Aprile, si danno appuntamento per dire NO! a chi manifesta discriminazione e omo-transfobia, per il rispetto, la dignità e la libertà di tutte/i a creare una propria famiglia. Scenderemo in piazza colorate e colorati contro le sentinelle in piedi. Le sentinelle dell'odio e della discriminazione.

Ore 18:30 gradini di Palazzo Barbieri - Piazza Bra Verona - Unitevi a noi!

Noi ci saremo! Comunicato Associazioni GLBTQIE

NOI CI SAREMO! ANCORA, UN'ALTRA VOLTA!

Le associazione GLBTQIE di Verona scenderanno ancora in piazza contro la presenza domenica 13 aprile 2014 delle "Sentinelle in piedi" a Verona, ore 18.00.


Come successe a settembre 2013, quando in Gran Guardia a Verona si tenne il convegno omo-transfobico dal titolo “La teoria del gender: per l’uomo o contro l’uomo?” e le associazioni GLBTQI di Verona, del Veneto e di molte altre città italiane scesero in piazza per dire no alla violenza contro gay, lesbiche, bisessuali e transessuali,
così domenica 13 aprile 2014 alle ore 18,00 saremo nuovamente in piazza Bra a Verona per contrastare la presenza del movimento delle "SENTINELLE IN PIEDI".

Esquimesi in Amazzonia al Circolo Pink

Venerdi 28 marzo 2014 - ore 19.00 - Circolo Pink Via Scrimiari 7 Verona
Presentazione del Libro - PRIMA NAZIOANLE
"ESQUIMESI IN AMAZZONIA"
Dialoghi intorno alla depatologizzazione della transessualità
a cura del Maurice GLBTQ di Torino - Mimesis Edizioni / 2014

Il SAT Pink è liet* di invitarvi alla prima presentazione nazionale del libro "Esquimesi in Amazzonia", volume che raccoglie i preziosi contributi del convegno
“Chi ha paura della depatologizzazione?” svoltosi a Torino nel marzo 2012.

VERONARTCROSSING

VERONARTCROSSING 
Gli itinerari della Resistenza. Collettiva d’arte negli spazi veronesi.
leggi il bando e iscriviti qui info@circolopink.it
#veronartcrossing
Passeggiata / Biciclettata artistica / Domenica 27 aprile 2014.
partenza da Via Scalzi arrivo a Porta Leoni - ore 16.00/19.00

Tutte le info e il bando completo per partecipare su: www.circolopink.it/memoria-arte-bando-2014.htm Il percorso della biciclettata alla scoperta dei luoghi della resistenza veronese: www.circolopink.it/memoria-arte-la-biciclettata.htm


La collettiva A Memoria d’Arte 6, creata dal Circolo Pink in occasione della giornata del 25 aprile, giunge alla 6a edizione. L’iniziativa, divenuta ormai un evento cittadino che coinvolge da anni decine di artiste e artisti, è un appuntamento importante, un contributo significativo che vuole attualizzare con i linguaggi dell’arte l’eredità storica del 25 aprile, festa della Liberazione dal nazifascismo.
L'idea 2014 di A memoria d'arte_
Quest’anno l’idea è di rendere Verona una galleria a cielo aperto, tutte le opere verrano esposte all’aperto e lasciate poi alla città. Ogni artista che vorrà produrre uno o più lavori deve sapere che verrà attuata la formula dell’Art Crossing, i lavori verranno esposti ma non verranno recuperati, ogni cittadino e cittadina di Verona potrà, se vorrà, prenderseli e portarseli a casa. Il Circolo Pink, organizzatore di “A Memoria d’Arte 2014”, non recupererà le opere esposte, l’intento è quello di contaminare e arricchire i luoghi della Resistenza veronese con le opere prodotte.

Info per partecipare_
le iscrizioni vanno comunicate a: info@circolopink.it oppure contattare al numero 348 2732454 
oppure potete mettervi in contatto con i curatori dell'edizione 2014:
Roberto Aere 340 2903991 aeregeko@virgilio.it
Marika Santoni 347 1422945 
m.artesantoni767@gmail.com