Campagna elettorale veronese - Flavio Tosi si presenta ad una festa gay

FLAVIO TOSI SI PRESENTA A “SORPRESA” AL MILORD SERATA GAY VERONESE.
UNA CAMPAGNA ELETTORALE DECISAMENTE MOLTO DIVERSA
.
Apprendiamo dalla pagina Facebook del Milord, nota serata gay veronese, che Flavio Tosi sindaco uscente della città era presente Domenica 28 maggio alla chiusura invernale, lo si scorge fra il pubblico intento a bere e a godersi, finalmente, lo spettacolo offerto dalle Drag Queen del Milord.
La domanda sorge spontanea, ma cosa di faceva Tosi alla serata gay? Campagna elettorale per la sua morosa? Si godeva finalmente lo spettacolo fra un pubblico forse un po’ incredulo? E’ capitato per caso non sapendo che la serata era gay? Ecc ecc…
In ogni caso Flavio siamo contenti per te, che sia la volta buona che fai un passo indietro e con la tua bella faccia tosta ti ricordi di tante “piccole” malefatte che hanno visto come vittime protagoniste proprio le persone omosessuali e transessuali veronesi.
Ma ricordiamo un po di queste cose:
- Ha firmato ordinanze varie, l’ultima contro chi da soldi alla povera gente che chiede le elemosine in centro,
- Ha portato avanti battaglie contro immigrati, Rom e Sinti,
- E’ andato a cortei nazi-fasciati e il suo capolista in consiglio comunale era il chitarrista dei Gesta Bellica gruppo nazi-rock,
- Ha patrocinato e partecipato a convegni integralisti dei movimenti NO-GENDER proprio contro le persone omosessuali e transessuali,
- Nel 2001 quando era Assessore alla Sanità della Regione Veneto ci ha definiti cosi “Gli omosessuali devono smetterla di vedere discriminazioni dappertutto […] Dicano quello che vogliono, la loro non è una condizione di normalità …”,
- Sempre nel 2001 durante uno dei Pride veronesi era presente alla messa riparatrice organizzata a Castel San Pietro,
- Nel 2005 sempre in occasione di un’altra manifestazione GLBT a Verona Flavio Tosi ha partecipato alla Via Crucis riparatrice organizzata dai movimenti integralisti cattolici, in quell’occasione indossava una maglietta con scritto “Noi Romeo e Giulietta, voi Sodoma e Gomorra” sempre sulla stessa manifestazione Tosi si esprimeva cosi sulle pagine de L’Arena: “Dietro il Gay Pride c’è il disegno della sinistra di minare i valori fondanti della nostra società, come dimostra anche il fatto che c’è chi, per risolvere il problema della natalità, punta a far arrivare gli immigrati invece di potenziare la politica a favore della famiglia. Il pericolo è che vengano contrabbandati come normali comportamenti che in realtà non lo sono, distruggendo così il nostro modello sociale”,
- Si è opposto nel 2014 alla revoca delle mozioni omofobe del 1995,
Insomma con noi gay lesbiche e trans coerenza a 1000 fra passato e presente. Ma le persone cambiano e a volte ci sorprendono, dai Flavio che forse anche per te nulla è perduto.
Il Circolo Pink

Ti do un consiglio gender

Diritti di cittadinanza per una Verona senza discriminazioni
Mercoledì 24 Maggio 2017 - Ore 20.30

Via Monreale, 19 - Borgo Nuovo -Verona

Intervengono:
ROBERTO AERE
candidato al consiglio comunale
per la lista Verona in Comune
per Michele Bertucco Sindaco

MICHELA FACCIOLI
candidato al consiglio comunale
per la lista Sinistra in Comune
per Michele Bertucco Sindaco

MASSIMO PREARO 
sociologo: Il movimento no-gender in Italia

LAURA SEBASTIO
counselor: gender a scuola?? Cosa c’è di vero

Dal 1995 - anno delle famigerate Mozioni omo-bi-transfobiche approvate dall’allora Consiglio comunale - ed ancora vigenti - ad oggi cosa è cambiato e cosa ancora serve. Di fronte ai mutamenti della società ed alle emergenze internazionali i diritti di cittadinanza devono estendersi alle molteplici e differenti identità, alle persone migranti, alla condizione di precarietà. Analisi e proposte delle associazioni lgbt.

Saranno presenti le associazioni LGBT veronesi con i loro rappresentanti:

MILK Verona lgbt center - Luigi Turri
Circolo Pink - Gianni Zardini
Arcigay Verona Pianeta Urano - Alex Cremonesi
Sat Pink Verona e Padova - Ilaria Ruzza
Progetto TransFormazione - Laurella Arietti
Famiglie Arcobaleno - Lisa Perlini

Interverrà il candidato sindaco MICHELE BERTUCCO

Legami Possibili - Giornata sul tema delle Famiglie LGBT* - Università di Verona - 4.5.2017


Legami Possibili
Giovedì 4 Maggio 2017
Università di Verona

"Legami possibili" è una giornata di riflessione e discussione sul tema delle famiglie LGBT* e dell'omogenitorialità promossa dal team di ricerca FamilyLives dell'Università di Verona, dal team della ricerca Contiamoci realizzata dal Centro Risorse LGBTI e dal team di ricerca Intimate del Centro di Studi Sociali dell'Università di Coimbra (Portogallo) . 

Sarà l'occasione per discutere i dati emersi da tre importanti ricerche svolte in Italia negli ultimi due anni e per mettere alla prova i dati raccolti con le visioni e i bisogni di professionisti e professioniste dell'educazione, della salute, del sociale, delle istituzioni e del diritto. 

Sabato 20 Maggio - DANIELE GATTANO a Verona

ARCIGAY VERONA PIANETA URANO Vi invita ad una speciale serata di teatro in occasione della GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L’OMOFOBIA LA TRANSFOBIA E LA BIFOBIA e a sostegno di REMILIA PRIDE 2017

SABATO 20 MAGGIO 2017
Ore 21.15

FUORI
Stand up Comedy di
DANIELE GATTANO
Direttamente da COLORADO - Stand up Comedy

Introduce
ALBERTO "IL GREZZA" GREZZANI
con ETERO (NON) PRATICANTE

Stand up Comedy by GRUPPO COMICUS

Conduce:
SEBASTIANO RIDOLFI (FOX)




Dove: SATIRO TEATRO OFF
Vicolo Satiro, 3 (Zona Filippini) VERONA
Ingresso Euro 8,00

Festa della Famiglie - Verona 7 Maggio 2017

Ogni Famiglia è una Rivoluzione
Festa delle Famiglie a Verona

7 Maggio 2017

A CORTE MOLON
Via della Diga, 17 - VERONA


Programma della Giornata

Ore 10.30 - Inizio della Festa

Ore 11.00 - Presentazione libro e laboratori per bambini
Presentazione del libro della giornalista veronese
SERENA MARCHI "Mio, tuo, suo, loro" 
la Gestazione Per Altri.
In contemporanea due laboratori per bambini: 
Crea la tua storia - Corpo e movimento: percorso di psicomotricità

Ore 12.30 - Pranzo - Picnic
Pranzo con formula picnic oppure piatto di pasta presso il bar di Corte Molon (5 euro)

Ore 14.00 - 16.00 - Attività con laboratori per bambini 
Yoga 
Giocoleria
Spettacolo teatrale: “La regina dei baci” (Trixtragos)

Ore 16.00 - Momento musicale e presentazione delle associazioni che hanno aderito

Ore 17.30 - Conclusione della festa

organizzata da FAMIGLIE ARCOBALENO - Associazione Genitori Omosessuali
In occasione dell' IFED International Familly Equality Day - 7 May 2017 


Con il patrocinio di:
ARCI VERONA, MILK LGBT CENTER VERONA, ARCIGAY PIANETA URANO VERONA, ASS.NE LIEVITI BISESSUALI, CIRCOLO PINK, RETE GENITORI RAINBOW, AGEDO - ASSOCIAZIONE GENITORI DI OMOSESSUALI, FRIULI VENEZIA PRIDE NORDEST - IL MELOGRANO - CENTRO INFORMAZIONE MATERNITA' E NASCITA, LIBRE LIBRERIA, LUDICA CIRCO, SPAZIO SOLIDALE VERONA, COMPAGNIA TEATRALE TRIXTRAGOS,

Con la partecipazione di AMNESTY INTERNATIONAL GRUPPO DI VERONA

Durante la festa ci sarà un’area allattamento dedicata alle mamme e bambini, gestita da
“IL MELOGRANO”

Per Informazioni:


veneto@famigliearcobaleno.orgfacebook.com/fatriveneto
www.famigliearcobaleno.org - www.festadellefamiglie.it 

Manifestazione Antifascista a Verona - 25.4.2017

25 Aprile 2017 Manifestazione Antifascista.
Partenza Corteo ore 16.00 Santa Toscana - Verona
L'UNICA LEGITTIMA DIFESA E' QUELLA PARTIGIANA, LIBERA, RESISTENTE

All’insicurezza, alla precarietà, alla violenza e alla miseria che attraversano i nostri giorni, oggi come ieri, chi di questa situazione è responsabile o complice vorrebbe rispondere soffiando sulla paura, strillando “alle armi”, alimentando la lotta degli ultimi contro gli ultimi, innalzando muri, aggredendo diritti e dignità conquistate. Oggi come ieri è necessario SCEGLIERE DA CHE PARTE STARE, quali le vere “insicurezze” a cui resistere, da cui liberarsi. LIBERARE IDEE E AZIONI perché un nuovo presente non è soltanto possibile ma necessario.
RESISTENTI AL FIANCO DELLE DONNE E DEGLI UOMINI CHE SCAPPANO  dalle guerre, dall’impoverimento, dalle catastrofi ecologiche di cui tanta responsabilità ha questa nostra parte di mondo, che ieri chiamavamo irregolari o clandestini, che oggi abbiamo deciso di chiamare profughi, veri o falsi, perché la FORTEZZA EUROPA ha chiuso ogni altra porta d’accesso, dimenticando che, oltre e nonostante le mura, sono stati e saranno parte della nostra “ricchezza”. LIBERTÀ DI ACCESSO E DI MOVIMENTO. Perché un’altra accoglienza è possibile, urgente, intelligente.
FEMMINIST* CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE, NELLE SUE DIVERSE FORME. Maltrattamenti e femminicidi, violenza del mercato, del debito e delle politiche di austerità, dei rapporti di proprietà capitalistici e dello Stato; la violenza delle politiche discriminatorie, la criminalizzazione dei movimenti migratori, la violenza istituzionale contro i corpi delle donne attraverso la negazione del diritto all’aborto e di una sanità pubblica, laica e gratuita. Per un femminismo radicale e generativo, conflittuale e creativo, rumoroso e festoso, giovane, internazionalista e migrante.
DIVERS* per la libera autodeterminazione dei nostri corpi e delle nostre menti. Contro ogni persecuzione e discriminazione nei confronti delle persone gay, lesbiche, bisessuali, trans, intersex e queer, perché le tante iniziative contro l’inesistente “teoria del gender” non siano uno strumento di esclusione sociale, affettiva e lavorativa. Le diversità sono spesso oggetto della più feroce repressione e indifferenza proprio in quei contesti dove le guerre e le ideologie naziste hanno il sopravvento, le recenti notizie che arrivano dalla Cecenia sono solo l’ennesimo esempio. A 72 anni dalla liberazione dal nazi-fascismo PER I TRIANGOLI ROSA E NERI NON È CAMBIATO NULLA.
PARTIGIAN* nel ripudio di ogni guerra. Ieri erano umanitarie e preventive, oggi sono contro il terrore, ma oggi come ieri le guerre alimentano il terrorismo, le guerre sono esse stesse terrorismo. Resistenti, al fianco delle vittime dei massacri e delle lotte di liberazione, popolari e democratiche, dalla Siria all’Egitto, dal Kurdistan alla Palestina
LIBER* dalle nuove servitù del lavoro, al fianco dei milioni di lavoratrici e lavoratori, dei precari, dei senza lavoro che da anni subiscono una violenta offensiva (delocalizzazione, licenziamenti, lavoro nero, aumento delle ore e dei carichi di lavoro, controriforme come il Jobs Act e la riforma Madia) per mano dei vari governi, in linea con i diktat della Troika. RESISTENTI CONTRO IL MERCATO che pretende lavoratori flessibili, genuflessi e accondiscendenti; LIBERI DA UN LAVORO CHE SI APPROPRIA DI OGNI TEMPO E SPAZIO della nostra esistenza, che precarizza la vita e che considera effetto collaterale del profitto lo stesso rischio di morire. Con chi, come i lavoratori della Coca Cola, lotta ogni giorno per CONQUISTARE E DIFENDERE REDDITO, DIGNITÀ E DIRITTI.
ASSEMBLEA 17 DICEMBRE

Amato e Povia... al Teatro alle Stimate va in scena l'Omofobia

Il teatro “Le Stimate” e il “Popolo della famiglia”sono gli sponsor elettorali che sostengono Filippo Grigolini a sindaco di Verona. Il teatro “Le Stimate” e il “Popolo della famiglia” sono gli sponsor elettorali che sostengono Filippo Grigolini a sindaco di Verona. Il 23 Marzo 2017 in questo Teatro andrà in scena uno spettacolo già visto altre volte ma con l’aggiunta di una nota canterina. Povia, “noto” cantante per aver messo in musica la sigla delle terapie riparative, dopo il mancato successo, che rincorre ormai da anni, va in tour per promuovere il pensiero politico del “Popolo della Famiglia”. Chi si porta come spalla? Gianfranco Amato, noto esponente di un movimento in difesa della “famiglia naturale” che non ha prodotto il successo sperato. Si unisce a questo duetto anche la scuola alle Stimate, che già in passato ha concesso il teatro ad esponenti politici omo-transfobici.